Come vestirsi dopo un week-end denso. A Monza e Merate

Un sacco di cosettine da fare e un torneo di tennis. Il week-end è volato. Ed è già lunedì. Ma è anche primavera davvero, e ieri ho passato il pomeriggio al sole e si stava proprio bene. Sono tornata a casa un po' bollita, ma molto felice!
 

In inglese un week-end denso suonava un po’ strano. In italiano no, per cui non posso iniziare questo post come ho fatto con quello in inglese. Qualcuno mi ha chiesto se facevo una traduzione oppure scrivevo due post separati.

Di solito scrivo prima il post in inglese, perché è il più difficile, e poi me lo copio e ci scrivo sopra l’italiano. Che quindi è simile, ma anche diverso perché mentre scrivo magari mi viene in mente un’atra cosa, un’aggiunta, una modifica, che poi se vale la pena riporto anche nell’inglese.
I primi tempi mia sorella mi leggeva subito e quando era necessario mi correggeva. Però mentre quando avevo il blog su WordPress c’era un sistema di abbonamento, ora non ce l’ho (e sì, dovrei chiederlo ai miei partner di Gruppo 36, ma siamo sempre così pieni di cose da fare che io per prima me ne dimentico), e quindi ora le correzioni arrivano si, ma più di rado… e io penso anche che è palese che io non sono madrelingua inglese, e forse un po’ di indulgenza ci sta…

 

E comunque il week-end è stato intenso. Sabato avevo un sacco di commissioni piccole e grandi da fare. Tra queste anche l’acquisto di qualche pianta, un po’ di travasi e la sistemazione del mio patio, in previsione di uno splendido utilizzo! E’ molto carino e con le piante a posto lo è ancora di più. Mi manca solo di comprare un tavolino e un paio di sedie, e di portare su dalla cantina la sdraio per il mio relax e le mie letture!

 

E poi avevo un torneo di tennis, di beneficenza a favore del Dynamo Camp, al Roseda Tennis Club a Merate, che da ieri è diventato il “mio” club. Finalmente mi sono iscritta e non ho più scuse per non migliorare il mio gioco!
La sera quando sono arrivata a casa ero piuttosto bollita: ho giocato solo un paio d’ore ma ho passato buona parte del pomeriggio al sole, guardando un bel po’ di partite interessanti. Era il primo sole della stagione. Una giornata bellissima, calda, limpida, leggera. Adesso la primavera è arrivata davvero e non se ne andrà… fino all’estate!

 

E stamattina avevo delle incombenze burocratiche e un po’ di strada da fare.
Così mi sono vestita comoda.
Pantaloni khaki, maglietta bianca, pullover di cachemire grigio chiaro, un soprabito vintage di camoscio e un paio di Converse di pelle. Vi dico qualcosa a proposito delle Converse: mi sono sempre piaciute tantissimo, ma per tanto tempo pensavo che fossero da ragazza, specialmente quelle alte fino alla caviglia. E poi ho visto un servizio su Jacqueline Bisset che indossava un paio di jeans e le Converse, ed era così #50chic e #chicafterfifty… che mi sono subito comprata un paio di Converse grigie per l’estate, e queste di pelle marrone per primavera e autunno!

 

Buona giornata!
Anna da Re

 

 

2 risposte a "Come vestirsi dopo un week-end denso. A Monza e Merate"

Add yours

  1. Ho trovato per caso il tuo blog, è diventato per me un appuntamento giornaliero. Mi piacciono i tuoi articoli, complimenti. Sono anch’io una 50 e cerco di essere chic. Mi piacerebbe vestire come te, ma sono piccola di statura……consigli?

    "Mi piace"

  2. ciao Emilia, sono piccola di statura anch’io! Un metro e 60… quindi tutto quello che metto io va benissimo! L’importante sono le proporzioni!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: