Come vestirsi dopo il gruppo di lettura su La montagna magica. A Monza

E sì, questa volta sono andata al gruppo di lettura su La montagna magica (o incantata) di Thomas Mann come partecipante a pieno titolo. Volete sapere le mie impressioni? Leggete il post

E così ieri sera era la sera.
Quella del gruppo di lettura.
Il mio primo gruppo di lettura.
Eravamo 15, un bel gruppo.
Mancava la mia amica Rosanna, e so che sta aspettando questo post e il mio resoconto della serata.

E quindi da dove cominciare?

La mia prima impressione è stata che è vero davvero che ogni lettore legge il suo libro, o che ci sono tanti libri quanti lettori.

Ho parlato per prima, pur senza volerlo, perché ero l’unica ad avere letto l’ultima traduzione del libro. E poi tutti hanno raccontato le loro impressioni. E non era tanto il fatto che ad alcuni il libro fosse piaciuto e ad altri no. Molte delle cose che gli altri hanno detto io non me le sarei neppure immaginate. Alcuni sembravano proprio aver letto un altro libro… Ed era bello vedere quante emozioni e sensazioni diverse il libro aveva causato e provocato e generato.

Ho pensato che dev’essere spiazzante, per un autore vivo e presente, confrontarsi con il fatto che il suo libro è in realtà tanti libri diversi!

 

Ed era anche interessante notare i diversi gradi di coinvolgimento: alcuni di noi erano molto coinvolti ed appassionati, altri mantenevano una certa distanza. Davvero, la varietà umana è incredibile!
E nonostante tutte le emozioni che si sentivano circolare, non è mai mancato il rispetto: abbiamo tutti parlato per il tempo necessario (nessuno troppo a lungo) e abbiamo tutti ascoltato gli altri con attenzione.

 

Per concludere, ci siamo fatti gli auguri di Buon Natale con un brindisi, una buona fetta di panettone e una sfida: dato che la prossima volta avremo finito La montagna magica, ognuno di noi dovrà portare la sua proposta per la lettura successiva. E dato che è il gruppo di lettura sui “grandi libri”, sarà prima di tutto un bell’esercizio trovare un libro che riteniamo grande (e dire perché), e poi confrontare le varie scelte… non vedo l’ora!

 

E ora torniamo a oggi: un altro giorno grigio, nebbioso e breve. Con un sacco di lavoro e la cena dell’ufficio.
Come vestirsi?

Ho deciso di mettere una gonna, anche se è parecchio freddo. Perché tanto sono in giro in macchina.
Ho una gonna blu/nera che avevo preso l’anno scorso da Promod e mi piace ancora molto, un pullover superando con un collo gigantesco (fin troppo) (Tatra) e gli stivaletti geniali di Antonio Marras. Ho anche una giacchina nera in caso avessi freddo, e una T-shirt sotto in caso avessi caldo!
Pronta a tutto, e molto #50chic!

Buona giornata!
Anna da Re

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: