Tra i Padovani Eccellenti c’è anche una Da Re. La regina di Pasta Sisters

Che bello avere dei cugini che hanno il tuo stesso cognome e sono bravi e belli e riconosciuti. Mi fa sentire orgogliosa del mio cognome, che ho sempre trovato bello ma mi ha sempre fatto impazzire, perché ognuno lo pronuncia e lo deforma a suo piacimento.

Aula magna padova

Quando siamo andati a stare a Pisa, non siamo mai riusciti a convincere nessuno a chiamarci Da Re. Ci chiamavano Darrè, Dàre, Dalré, e via così. I migliori erano i fruttivendoli del mercato da cui mia mamma andava a fare la spesa: le dicevano Buongiorno Signora Dàre, e poi quando chiudevano il banchetto ci portavano la cassetta della frutta e verdura, che lasciavano fuori dal portone con sopra un sacchetto di carta (con il loro logo, Chi mangia la frutta da Ennio e Beppina sta bene la sera e la mattina) su cui scrivevano Daré con un marcatissimo accento sulla é…

A Padova il nome Da Re lo scrivono giusto, perché da lì veniamo, e lì ho diversi parenti. I quattro cugini Da Re (di cui vedete le tre sorelle nella foto) sono i più vicini a me e ai miei fratelli in età, li abbiamo frequentati da bambini e quindi è stato facile riprendere i contatti, da grandi. Ma così tutti e quattro insieme erano penso quarant’anni che non ci vedevamo.

Anna da Re con cugini 15 marzoChe meraviglia!

Nell’aula magna dell’Università che ha quasi 800 anni, passata la cattedra di Galileo, ecco che si celebrano i Padovani Eccellenti: ogni anno vengono scelti 8 cittadini che si sono distinti in qualche settore o attività. E Paola, che è la più piccola dei cugini e infatti era chiamata Paoletta, è stata insignita del titolo come fondatrice di Pasta Sisters.

Chissà se ve ne ho parlato, di Pasta Sisters, qui nel blog. In ogni caso è un ristorante di Los Angeles veramente italiano, dove se vi bendano e vi fanno assaggiare un qualsiasi piatto voi pensate di essere in Italia e a casa di una signora molto brava a cucinare. Perché fanno pasta e gnocchi, melanzane alla parmigiana, dolci, tutto fatto in casa, fatto a mano, fatto sul momento; quello che comprano dai fornitori è superselezionato, autentico e controllato. Che per l’America è la vera rivoluzione: nel paese in cui il cibo più intatto è quello surgelato, un ristorante così è una manna dal cielo. E infatti hanno avuto da subito un successo strepitoso, e ora sono sommersi di richieste per aprire delle “filiali” in altre città, degli USA e dell’Europa.

E tutto è partito da una gara di gnocchi… ma questo ve lo racconto domani, che se no mi viene un post troppo lungo!

Anna da Re 15 marzo

E io naturalmente dovevo portare il mio chic after fifty, così ho messo questo smoking con sneakers e maglietta a righe, che mi piace davvero tanto!

Buona giornata!

Anna da Re

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: