Del fare, della bellezza e della diversità. A Monza (ma anche dovunque)

Domenica c’era la festa nel quartiere di San Biagio, a Monza, con il banchetto di Legambiente.

Una festa animata, con i banchetti di tantissime associazioni, tutte dedicate ad aiutare i cittadini e anche a intervenire dove stato e comune non riescono o non cercano di arrivare. E come sapete io trovo bello e positivo che invece di concentrarsi sulle manchevolezze ci si dedichi a fare.

banchetto san biagio

Noi abbiamo imparato. Dai banchetti precedenti e dagli altri. Abbiamo imparato che bisogna proporre qualcosa. Abbiamo imparato a fare oggetti con la plastica delle bottiglie. Poi una di noi aveva già imparato decoupage e pittura su plastica e vetro. Così abbiamo potuto accogliere i bambini che avevano voglia di provare a fare qualcosa.

banchettoIo non mi ero ancora cimentata con queste attività. Un po’ per il troppo lavoro, un po’ perché non capivo bene, avevo lasciato che facessero le altre amiche e volontarie del gruppo. Però poi ieri ero lì e ho detto vabbé devo imparare anch’io. Non avevo nemmeno la scusa di dire che non ho manualità, perché una che ricama e lavora ai ferri come fa a dire che non ci sa fare con le mani? E così mi sono messa a fare una medusa con una bottiglia di plastica… e mi sono divertita! E ho potuto insegnare ai bambini a fare la loro.

Ma un’altra cosa che ho trovato fantastica è stato osservare i bambini e vedere quanto sono diversi. Il modo in cui si avvicinavano, come guardavano quello che avevamo sul banchetto, quelli indecisi che non sapevano cosa volevano fare e quelli che venivano invece dritti al punto, quelli timidi e quelli sicuri di sè, quelli dolci che intenerivano. Quegli occhi pieni di stupore, le manine goffe, i modi di stare attenti. Differenze che fanno immaginare come saranno da grandi, anche se ovviamente non è detto che resteranno così, e non è detto che siano così in tutte le occasioni e circostanze. Ma ha una sua magia, questa diversità stupefacente, evidente e ricchissima.

Dunque insomma questi banchetti sono un modo e un mondo sorprendenti e in cui davvero si impara. A fare, a provare, a riconoscere le differenze, a scoprire la bellezza.

C’è qualcosa di meglio?

Buona giornata!

Anna da Re

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: