Pratiche conservative e il piacere del passato che resta

Questa è così, una meditazione un po' generale. In questi giorni ci sono state diverse conversazioni interessanti sui blog, sulla regina Elisabetta, sul vintage, sulla riqualificazione delle città. Cose che scritte così non sembrano avere rapporti l'una con l'altra. Ma nella mia testa balzana invece si sono collegati in un'idea che promuovo da tempo, e... Continue Reading →

Annunci

Ma per chi ci vestiamo?

Forse l'avete visto, su Facebook, quel video in cui un signore di mezza età con un accento da milanese imbruttito illustra a noi signore le 13 cose da non indossare se vogliamo essere rimorchiate. E il termine rimorchiare è ripetuto costantemente nel video. In caso non fosse chiaro. La domanda è appunto: ma siamo sicuri... Continue Reading →

Come vestirsi quando si sta meditando su “Il tuo anno su Facebook”

La mia prima reazione di fronte al "Your year in review" di Facebook è stata di lasciarlo perdere. Tutti sappiamo quanto stupidi siano certi messaggi di Facebook: ti ricorda che tu e tua sorella siete diventate amiche 4 anni fa, oppure ti mostra dei ricordi che vorresti dimenticare. Poi ho letto il post che ha... Continue Reading →

An inherited light coat for a sunny spring day in Milano

With daylight saving time, which in Milano happend last saturday, the uplifting due to light is officially here. Afternoons are growing longer and the light is dramatically different. No more black coats. No more black. The need for colours is taking over. Since I don't really feel like posing and smiling yet, I have taken... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: