Lavorare un po’ meno e imparare un po’ di più

Non è che vorrei lavorare di meno per oziare o perdere tempo. Neppure per fare le cose con più calma. Vorrei lavorare di meno per poter imparare di più. Per poter scoprire tutto quello che non ho ancora visto o conosciuto, che siano posti, libri, persone, concetti, idee, oggetti. Per studiare tutto quello che non... Continue Reading →

Non siamo (o forse io non sono) più abituati a usare la memoria

Ieri sera ascoltavo Radio 3 Suite, come faccio spesso. Mi piace tantissimo non solo la musica che trasmettono, ma anche i libri, le mostre, il teatro, le varie cose di cui parlano. Ieri è stata una serata particolarmente piacevole, con due sinfonie di Beethoven in diretta da Torino, un'intervista su un libro che racconta la... Continue Reading →

#iorestoacasa giorno 55. Imparare e migliorarsi

Oggi è un'altra meravigliosa giornata di luce e sole. Fa abbastanza caldo ma c'è un po' di vento, e stanno arrivando delle nuvole, sono previste, ma senza pioggia. Sono sul terrazzo, mi faccio scaldare dal sole, finalmente. I ragazzi del palazzo di fronte hanno cominciato a suonare, oggi è una canzone diversa che non conosco,... Continue Reading →

Fà e desfà l’è tt un laurà: fare e disfare, quel che ci insegna la maglia

Sabato sera quando sono tornata a casa ho trovato un lungo messaggio di un'amica che sta imparando a lavorare a maglia. A un certo punto si era accorta che un punto era sbagliato, aveva provato a correggerlo, non ci era riuscita, aveva provato a disfare un ferro punto per punto, poi un altro e alla... Continue Reading →

L’Università del Volontariato ovvero la bellezza di continuare a imparare

Ci sono tante cose che ci dice l'esistenza di un'Università del Volontariato. Che ho scoperto recentemente e come sempre apparentemente per caso, ma di quel caso che vedi perché in realtà ne hai bisogno. E dunque questa Università sta a Milano e organizza diversi corsi. Io ho frequentato quello sul Metodo del consenso, per due... Continue Reading →

Imparare dal ricamo a fare le cose nel tempo che ci vuole

  Vi avevo accennato che la prima parte delle mie vacanze sarebbe stata dedicata a un breve e intensivo corso di ricamo. Decisione che aveva suscitato qualche battuta: il ricamo ancora di più del lavoro a maglia viene ritenuto una cosa da vecchiette, e fa venire in mente tristi cuscini e quadretti a punto croce.... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: