#pandemia fase 2. Questo lungo inverno casalingo

L'inverno è sempre piuttosto lungo, dalle mie parti. Ma questo inverno sembra ancora più lungo, per la casalinghitudine forzata in cui ci troviamo. Sono molto contenta che domani il tempo migliori, perché oggi quando stavo per uscire la pioggia che era ininterrotta ha deciso di intensificarsi e ho rimandato l'uscita. Però sono sempre più convinta... Continue Reading →

#pandemia fase 2. La fatica del rientro

Eh sì, anche queste vacanze, casalinghe, stanziali, a tratti solitarie, insolite o quel che volete, anche queste vacanze sono finite. Il ritorno al lavoro è un ritorno davanti al computer, nella stessa casa in cui abbiamo fatto le vacanze, ma questo non gli impedisce di essere un ritorno al lavoro. E mentre spesso il giorno... Continue Reading →

Nove donne su tredici finalisti: eh, no, il Booker Prize non è lo Strega

Booker Prize e Goncourt sono due premi che seguo da sempre e che secondo me selezionano dei libri davvero interessanti. Ovviamente, guardandoli da osservatore esterno, non sono in grado di cogliere le deformità e le meschinerie che sicuramente ci saranno anche lì. E anche da quei premi rimarranno talora esclusi libri bellissimi, così come ne... Continue Reading →

#iorestoacasa giorno 35. Di ortensie, casa, vacanze e vuoti

È un giorno strano, oggi. È Pasqua. Sono seduta al tavolino del terrazzo, il cielo è nuvoloso a tratti, l'aria è piacevolmente fresca. Guardo le piante che stanno riprendendo vita, un geranio sta per fiorire, e tra le foglie dell'ortensia sono quasi sicura che sta per nascere un fiore. È microscopico eppure già riconoscibile. Purtroppo... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: