#iorestoacasa giorno 19. Un documentario per pensare

Pensiamo di essere informati. Persino troppo informati. Poi arriva una socia di Legambiente che suggerisce di vedere un documentario, Deforestazione Made in Italy, e la tua ignoranza ti si presenta davanti con il conto. E si, abbiamo un sacco di informazioni ma il più delle volte non riusciamo a metterle insieme con un senso coerente.... Continue Reading →

#iorestoacasa giorno 7. Le donne e la casa

Un po' di tempo fa, non proprio tanto tempo fa, le donne stavano principalmente a casa. Ci stavano quelle ricche che non avevano bisogno di lavorare. Ci stavano quelle povere che avevano famiglia e gli ci voleva tutto il giorno, e non gli bastava, per tener dietro ai bambini, far da mangiare, pulire, fare il... Continue Reading →

I locali dove pensare. O leggere. O comunque dove non essere assordati

Sicuramente c'entra l'età. Noi perennial o after fifty o diversamente giovani o comunque signore, siamo sensibili al rumore. Insofferenti anche, verso il rumore inutile e gratuito. Verrebbe da dire che siccome le nostre giornate sono piene e strapiene, che siccome viviamo con l'idea di non avere abbastanza tempo rispetto a tutto quello che vogliamo e... Continue Reading →

E se la burocrazia fosse dentro di noi? E perché scriverò meno

Avendo a che fare con la burocrazia mi sono ricordata il mio sogno ricorrente, molto kafkiano, in cui mi perdo e cerco di ritrovare la strada e progressivamente mi perdo sempre di più... la burocrazia evoca qualcosa di profondo dentro di me?  Sono una di quelle tante persone che hanno difficoltà a trattare con la... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: