Cose che leggo e cose che ascolto: Alessandra Carati, Alexander Langer e le attivazioni cerebrali

Alle volte cose disparate, o cose che vengono da momenti diversi e ambiti diversi, si mettono insieme senza che neanche lo cerchiamo. Cerco di andare con ordine. Sabato ero in giro per Bookcity, e tra le tante presentazioni, da seguire per lavoro o per passione, il pomeriggio alle 18 sono andata all'incontro con Alessandra Carati.... Continue Reading →

Ma che bello ascoltare i filosofi

Ieri sera avevamo organizzato, con il mio circolo di Legambiente e il CCR (Centro Culturale Ricerca) di Monza, un incontro sulla "sfida cognitiva" che ci aspetta nei giorni mesi e anni che verranno. Era un incontro online, che fa parte di una serie di tre dal titolo "Uomo dove vai? Le tre sfide: socioeconomica, cognitiva,... Continue Reading →

#iorestoacasa giorno 53. L’indisponibilità del mondo

È bello che ci siano i giornali. In questo momento sono preziosi, perché abbiamo bisogno di informazioni un po' filtrate e controllate. Non che quello che leggiamo sui giornali sia oro colato, però rispetto alle altre fonti in cui in questo momento la gente si abbevera spesso avvelenandosi, i quotidiani seri e di lungo corso... Continue Reading →

Eternità o circolarità, questo è il dilemma

Non so perchè stamattina mi veniva in mente questa parola, SEMPRE, e il fatto che la usiamo costantemente, nonostante sia quanto di più lontano si possa immaginare dall'esperienza umana. Forse la usiamo tanto proprio per questo, a dimostrare quanto la nostra immaginazione possa allontanarsi dall'esperienza e dalla nostra realtà quotidiana. Diciamo per sempre e da... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: