#iorestoacasa giorno 5. La giusta distanza

Tempo fa, scrivendo di tennis, avevo parlato della giusta distanza. Quando giochi, la distanza dalla pallina è cruciale. Se sei troppo vicina sbagli, se sei troppo lontana anche. È un po' come se ci fosse un solo punto in cui sei sicura che se colpisci il colpo è bello. Poi certo quelli bravi bravi anticipano,... Continue Reading →

Caos, tempo e tennis. In ordine sparso

Sapete quelle giornate che a un certo punto guardate l'orologio e sono le cinque e non sapete come ci siete arrivate? Che vi ricordate molto bene quando vi siete alzate e il viaggio fino al lavoro e forse il primo caffè, mentre per il resto è come se foste state inghiottite in un buco nero... Continue Reading →

Quel che amo del lago e del ritorno all’ora solare

Ieri sono stata a Menaggio per una splendida giornata di tennis. Era ritornata l'ora solare ed ero contenta, non solo perché si dormiva un'ora di più, che è sempre un regalo gradito, ma anche perché alla fine c'è qualcosa di naturale nell'ora solare, che vale la pena ritrovare. Ho sentito dire che forse la aboliscono,... Continue Reading →

Ma il tennis si gioca prima dentro di noi. E solo dopo in campo

C'è un bellissimo libro, tra quelli che ho perso, The inner game of tennis di W. Timothy Gallwey. Me lo aveva regalato mia sorella quando avevo cominciato a giocare a tennis, e poi tra un trasloco e l'altro, tra un interruzione della pratica e l'altra, il libro è scomparso. Oggi l'ho ricomprato, anche se in... Continue Reading →

La giusta distanza

C'è la giusta distanza dalla pallina, che è fondamentale nel tennis. E la giusta distanza nelle relazioni, negli impegni, nel lavoro, persino nella scelta degli abiti. Una giusta distanza dinamica, sempre diversa, da ricercare attivamente e continuamente. Ma che soddisfazione quando la si trova!Il tennis, come molti altri sport, è una metafora della vita. Non... Continue Reading →

Come vestirsi felicemente e felicemente comunicare con se stessi. A Monza

Penso che sia importante parlare con se stessi. E ricordarsi i bei momenti, i bei giorni e i bei weekend. Così quando facciamo il bilancio evitiamo di fare dei falsi, ma possiamo invece riconoscere tutto il buono che c'è nella nostra vitaMi chiedevo se il titolo in inglese era corretto e comprensibile oppure no. In... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: