#pandemia fase 2. Di sole, caffè sul balcone, e piante ereditate

Mi è sempre piaciuto ereditare le cose che gli altri non mettevano più. Ereditare non è la parola precisa, ma in casa nostra si usava così, in modo improprio, e si sa che il lessico famigliare è qualcosa che resta e che ci arricchisce. Nel mio guardaroba ci sono parecchie cose ereditate da zie, cugine,... Continue Reading →

#pandemia fase 2. Cose belle di venerdì. A Monza

Se pensate che è facile trovare le cose belle di venerdì, beh un po' avete ragione. In effetti è bello per quelli che anche se da casa lavorano in modo tradizionale arrivare al venerdì è un sollievo e un risultato. C'è un senso di compimento, per quello che comunque si è riusciti a fare, e... Continue Reading →

#pandemia fase 2. Questo lungo inverno casalingo

L'inverno è sempre piuttosto lungo, dalle mie parti. Ma questo inverno sembra ancora più lungo, per la casalinghitudine forzata in cui ci troviamo. Sono molto contenta che domani il tempo migliori, perché oggi quando stavo per uscire la pioggia che era ininterrotta ha deciso di intensificarsi e ho rimandato l'uscita. Però sono sempre più convinta... Continue Reading →

E poi a un certo punto c’è bisogno di aria, di verde e di riposo

Tendiamo a vedere la nostra mente, il nostro cervello, come un contenitore che può essere riempito costantemente, e come un organo che funziona 7/7 e 24/24. Non ci poniamo limiti di pensiero, leggiamo, scriviamo, parliamo come se tutti i nostri referenti fisici e psichici non avessero bisogno di riposo, di tregua. E invece io mi... Continue Reading →

#pandemia giorno 75. Non abbiamo bisogno di altre persone di successo

"Il fatto è che il pianeta non ha bisogno di altre persone di successo. Ha invece  un disperato bisogno di più pacificatori, guaritori, restauratori, narratori e amanti di qualsiasi tipo. Ha bisogno di persone che stiano bene dove stanno. Ha bisogno di gente moralmente coraggiosa, disposta a unirsi alla lotta per rendere il mondo un... Continue Reading →

Abbiamo bisogno di natura. Molto più di quello che crediamo

Sono sempre stata una persona di città. Mi ha sempre fatto piacere avere intorno il fervore delle novità, la ricerca, l'innovazione, la creatività e la confusione della città. Ho adorato New York come poche altre città al mondo. Amo Milano, amo Parigi, amo Londra. Ma adesso ho più bisogno di campagna, di verde, di alberi.... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: