Cambiare passo

È arrivato il momento di rallentare. Non per tutti, che anzi ci sono persone il cui picco di lavoro comincia adesso o tra poco, basta pensare a tutti quelli che lavorano nel turismo, nella ristorazione. Per me che mi occupo di libri, giugno è il mese in cui si tira il fiato, si allungano le... Continue Reading →

Di piccole vacanze e grandi bellezze

Dal 2 giugno si è creato una specie di ponte improvvisato e imprevisto, che mi ha quasi fatto dimenticare di avere un blog. È una settimana esatta che non scrivo. Martedì ero in ufficio e ormai lo sapete anche voi, lì si viene travolti dall'affastellamento di cose, un giorno per una settimana, le spedizioni dei... Continue Reading →

#pandemia zona gialla. Di guardaroba, mancanze e ritrovamenti

Nel mio bellissimo weekend di tennis a Menaggio, abbiamo cenato fuori. Una piccola cosa che non facevo da tempo, da novembre direi. O forse ottobre addirittura. Un sacco di tempo in ogni caso. Così anche se la serata era un po' fredda, era davvero bello essere seduti fuori con gli amici, a chiacchierare e mangiare,... Continue Reading →

Autunno, pioggia, fine della settimana e interruzioni

Ogni tanto interrompo il lavoro. Mi faccio un caffè, avvio la lavatrice, impasto il pane, raccolgo i panni. E tutte le volte mi chiedo come possa un'interruzione così piccola e irrilevante coincidere con l'accumulo di messaggi che subito si crea nella casella della posta elettronica. Quasi tutti messaggi da leggere, mica junk. Oggi è una... Continue Reading →

#pandemia giorno 85. Il rumore dell’acqua

Ormai davvero, la quarantena, la pandemia, l'emergenza stanno pian piano venendo sostituiti da una normalità. Uso l'articolo indeterminativo perché poi va qualificata, questa normalità, non essendo quella su cui tutti ci intendevamo (o credevamo intenderci) e quindi accompagnata dall'articolo determinativo. Anche questo diario volge al termine. Non ha più il senso da cui era partito,... Continue Reading →

Un lunedì di pioggia e inconcludenza

Eh sì, alle volte il lunedì è difficile. Prendete oggi. Dopo un fine settimana di grande relax, tempi lenti, letture, knitting, passeggiate in bicicletta, chiacchierate. Ho la macchina in officina per l'incidente, ho avuto una macchina sostitutiva dall'assicurazione ma non me l'hanno prorogata e quindi per i due giorni mancanti devo andare a prenderne un'altra.... Continue Reading →

Come vestirsi: i jeans sono sempre una sicurezza

Alla fine della settimana, una settimana abbastanza impegnativa per me (ma quale settimana non lo è?) tornare ai jeans è sempre confortante e piacevole. Forse è un fatto generazionale, e non so per esempio per mia mamma quale fosse lo stile di abbigliamento in cui si sentiva più tranquilla, confortevole e a suo agio. Non... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: