Infortuni, orecchini, ricordi e weekend

Gli infortuni domestici, si sa, sono i più comuni e talora i peggiori. Io per fortuna mi fermo al comune e alla banalità. Il mignolino del mio piede sinistro ha una micro-frattura. Che se metterà a posto da sola. Basta lasciarla in pace, non correrci sopra, non saltare, non giocarci a tennis. Tutte cose che... Continue Reading →

#pandemia giorno 85. Il rumore dell’acqua

Ormai davvero, la quarantena, la pandemia, l'emergenza stanno pian piano venendo sostituiti da una normalità. Uso l'articolo indeterminativo perché poi va qualificata, questa normalità, non essendo quella su cui tutti ci intendevamo (o credevamo intenderci) e quindi accompagnata dall'articolo determinativo. Anche questo diario volge al termine. Non ha più il senso da cui era partito,... Continue Reading →

Un lunedì di pioggia e inconcludenza

Eh sì, alle volte il lunedì è difficile. Prendete oggi. Dopo un fine settimana di grande relax, tempi lenti, letture, knitting, passeggiate in bicicletta, chiacchierate. Ho la macchina in officina per l'incidente, ho avuto una macchina sostitutiva dall'assicurazione ma non me l'hanno prorogata e quindi per i due giorni mancanti devo andare a prenderne un'altra.... Continue Reading →

Come vestirsi: i jeans sono sempre una sicurezza

Alla fine della settimana, una settimana abbastanza impegnativa per me (ma quale settimana non lo è?) tornare ai jeans è sempre confortante e piacevole. Forse è un fatto generazionale, e non so per esempio per mia mamma quale fosse lo stile di abbigliamento in cui si sentiva più tranquilla, confortevole e a suo agio. Non... Continue Reading →

Guarda dove metti i piedi. E non solo in montagna

Ho passato un bellissimo weekend in montagna. Sempre più spesso sento proprio la necessità, di salire in alto, respirare un'aria diversa, guardare il mondo da una prospettiva differente. Quindi sabato sono partita per la Svizzera con un gruppo di Trekking Italia, abbiamo dormito in un rifugio, la capanna Albagno, esperienza sempre bellissima per me. La... Continue Reading →

Tornare a casa. E come vestirsi di sabato. A Monza

Trovo sempre difficile tornare a casa dall'America. Così sto leggendo il libro giusto, che si intitola You can't go home again (Thomas Wolfe). Sono contenta di essere a casa, comunque, e vi racconto qualcosa del viaggio  Ho scorso gli ultimi post, prima di rimettermi a scrivere. Per familiarizzarmi di nuovo con il blog. E’ stata... Continue Reading →

I have been to the hairdresser and I am satisfied. How weird is that? In Milano

With the today #selfieinthekitchen, it is more important to show you the labour of my hairdresser than the ankle boots... I have been to the hairdresser on Saturday, and I hadn't planned to shorten my hair. I just needed the color and a bit of restyling, to make it more #50chic and #chicafter50. But you... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: