La trasparenza del camaleonte e i vestiti per nascondersi

"La trasparenza del camaleonte" è il bel romanzo, appena andato in libreria, di Anita Pulvirenti. La sua coblogger e amica Daniela di Chili di libri, con cui lavoro nella mia veste ufficiale, mi ha chiesto di partecipare a un blog tour sensoriale con un outfit letterario, insieme ai blog L'angolo di Key, Septem Literary, Read... Continue Reading →

Come difendersi dal caos circostante: con Bach per esempio

Sono così tanti anni che lavoro in un open space che non pensavo sarebbe arrivato un giorno in cui non lo sopportavo più. Come uno di quei paesaggi che un giorno si svelano orribili mentre prima non ci avevate fatto mai caso. Verso la fine dello scorso anno ho cominciato a sentire niditidamente, in modo... Continue Reading →

Abbiamo un grande bisogno della poesia

Alfieri Magazine

Questo è un pezzo per la rubrica The beloved anche se non lo sembra e in effetti è un po’ anomalo.

Vi avevo promesso un pezzo al mese e doveva essere all’inizio di ogni mese. Un pezzo al mese dunque eccolo. Siamo a metà mese, ma spero mi perdonerete.

E non vi parlo di un libro in particolare, anche se ce ne sono due che ho in casa e in lettura in questo momento, ma vi parlo di poesia.

Non sono mai stata una grande lettrice di poesia. Ho sempre preferito i romanzi, una lettura più fluida e che è più facile che mi porti via.

interno poesia

Ma la poesia è insostituibile. La poesia è una necessità del nostro animo, un bisogno fondamentale appena al di sopra di quelli di sussistenza. E quindi ho sempre avuto, qua e là, per momenti, delle poesie che mi sono capitate davanti per caso e…

View original post 221 altre parole

Come vestirsi: una gonna nonostante il freddo. A Monza

Sono giorni freddi. Giorni che bisogna scendere cinque minuti prima per scrostare il ghiaccio dai finestrini della macchina. Giorni da berretto e guanti e colletto tirato su. Giorni da pantaloni, in generale. Ma anche se quest'anno ho messo i pantaloni più spesso del solito, e mi sono fatta un po' una divisa di pullover a... Continue Reading →

Righe e treni e amici: ci sono cose in cui restiamo uguali a noi stessi. Ed è proprio bello

Uno magari non lo sa, quando è giovane e sta cominciando a capire chi è e cosa vorrebbe fare. Poi cresce e diventa grande e continua a studiarsi e osservarsi. E poi un giorno un amico ti manda una foto. Una vecchia foto in bianco e nero. Come attachment di Messanger, così piccola che sullo... Continue Reading →

Persone che mi piacerebbe conoscere: Eileen Fisher

"Una volta che abbiamo cominciato a fare dei profitti, abbiamo subito pensato di dividerli con gli impiegati. Sono loro che fanno il lavoro, dividere i profitti con loro è come minimo corretto. Credo che tutte le aziende dovrebbero farlo." Questo ha dichiarato Eileen Fisher alla CNN in un'intervista sul suo fashion business. Potete capire come,... Continue Reading →

Perché abbiamo bisogno di signore after fifty nei posti di lavoro

Alfieri Magazine

Sapete che mi capita di trovare anche su Facebook delle cose interessanti, e una di queste erano un articolo su The Cut, sul perché abbiamo bisogno di donne di una certa età nei posti di lavoro.

È interessante che l’articolo sia su una rivista di moda, con un po’ di cultura ma abbastanza fashion-related e pop. Invece l’articolo è superserio e significativo, secondo me. Fa riferimento al mondo americano, quindi viene subito da dire che se ne ha hanno bisogno loro, figuriamoci noi!

Perché di donne di una certa età nel mondo del lavoro non ce ne sono tante. Nei posti rilevanti, professionalmente elevati o addirittura di comando, ce ne sono davvero poche. Da noi ci avviciniamo allo zero. E ve lo dico per esperienza personale, non per sentito dire.

Schermata 2020-01-08 alle 12.31.46

E le giovani donne che entrano nel mondo del lavoro, che hanno studiato e sono qualificate (parecchio di più…

View original post 189 altre parole

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: