Pregiudizi, vecchi top, cura di sé. E thank God it’s Friday

Stamattina non ho sentito la sveglia. O meglio l'ho sentita e mi devo essere detta adesso mi alzo. Poi invece ho continuato a dormire e alle 9 ho guardato l'orologio stranita e mi sono alzata come una molla. Considerato che di non sentire la sveglia o di continuare a dormire dopo che è suonata mi... Continue Reading →

Niente foto, please

Stamattina ero un po' di corsa, ma mi sono alzata con la mia solita voglia di colazione fuori casa. Dovevo raggiungere una meta piuttosto distante e sono arrivata alla brioche decisamente affamata. Nel posto che ho scelto per oggi, alla domanda "le dispiace se faccio qualche fotografia?" ha riecheggiato un borbottato "no signora, non è... Continue Reading →

Di #mansplaining, premio Strega, uomini e cambiamento

È stato solo un momento, credo, in tutta la serata del premio Strega, quello che ha fatto infiammare alcuni animi e venire in auge questa parola a molti, e molte, sconosciuta. Il momento in cui a Valeria Parrella, che era l'unica donna finalista e l'unica il cui libro trattasse il problema della condizione femminile, hanno... Continue Reading →

A colazione con… Milton Glaser

Colazione non poi così tanto tardiva oggi, anche se pubblico un po' più tardi del solito, ma avevo bisogno di riflettere a lungo e così mi sono fatta rapire dalle immagini, dai colori, mentre cercavo quelle più adatte da pubblicare qui per voi. Stamattina mentre facevo colazione con una fantastica brioche alla crema della pasticceria... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: