#pandemia zona arancione. Chi si loda s’imbroda

Ci sono alcuni modi di dire che sicuramente non si usano più, ma che ci sono stati detti talmente tante volte da piccoli che ce li abbiamo impressi per sempre nella corteccia cerebrale. Uno di questi è "chi si loda d'imbroda". Di sicuro i genitori di una volta non dicevano ai loro figli che erano... Continue Reading →

#pandemia zona arancione. Ma come fanno i marinai

Ecco perché uno se lo chiede: perché ogni primavera torna lo stile marinaro? Che io adoro, come si può vedere. Ma voi li avete mai visti i marinai vestiti con la maglietta a righe e il cappello blu? Si, forse qualcuno si mette il beanie blu. Già più raro mi sembra il peacoat o giaccone... Continue Reading →

#pandemia zona arancione. Dal soprabito alla tuta

È tardissimo. Per fortuna c'è ancora luce, così mi sembra meno tardi. Giusto prima di chiudere il computer scrivo due righe. Stamattina mentre mettevo un po' di ordine prima di cominciare a lavorare guardavo i miei soprabiti in bella mostra sul "Bullerone". Chi mi segue da tempo magari se lo ricorda, il Bullerone è un... Continue Reading →

#pandemia zona arancione. Evviva il parrucchiere!

Mi ricordo che a Pasqua, quando è venuto fuori che si poteva andare all'estero ma non si poteva uscire dal proprio comune, un'amica aveva postato una vignetta molto carina che diceva "Non voglio andare alle Canarie! Voglio andare dal parrucchiere!" Ecco io mi sentivo proprio così. Tra tutte le chiusure che i vari lockdown obbligano,... Continue Reading →

#pandemia zona arancione. Mai dire mai, e il diritto di cambiare idea

Mentre scrivo qui, tra una riunione l'altra, in soggiorno è in azione il trapano. Sono venuti a mettermi le tende. In modo del tutto inaspettato, perché anche al lockdown ci si abitua e oggi che siamo diventati arancioni io non è che me ne sono proprio accorta. Cosa c'è di strano nel mettere le tende?... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: