Il tempo di questi tempi, il tempo settant’anni fa

Molti lottano con il tempo e pensano che l'avere poco tempo sia un male contemporaneo, addirittura provocato dai social (e dal nostro uso bulimico), quindi una cosa diciamo degli ultimi 10, massimo 20 anni. Tutto sommato anch'io, fino a due sere fa, mi sarei sentita di dire che quantomeno la percezione di avere poco tempo... Continue Reading →

La lezione social di Ediciclo.

Anch'io come tutti, alle volte ho proprio in uggia i social. Poi però ci sono piccole storie che mi fanno pensare, vedi senza social questa cosa non sarebbe successa. L'editore Ediciclo, di cui seguo le pubblicazioni perché fa libri di camminate, percorsi e cammini, quando si è accorto di avere stampato le copie di “Dell’andare... Continue Reading →

Ebbene sì, Emma Faustini c’est moi

Perdonate la semicitazione letteraria, mi suonava troppo bene. E mi serve per farvi una confessione: oltre che su questo blog, scrivo sul portale Grey Panthers con un nom de plume: Emma Faustini. Tuttavia Emma non c'entra nulla con Flaubert. Quando ho pensato che mi serviva uno pseudonimo, mi sono rivolta alla mia famiglia: sapete che... Continue Reading →

Un giro al mercato, la bici, il sole, degli articoli interessanti su La lettura. Nonostante la pandemia

Sta per calare il sole e io non ho ancora cominciato questo post. Che cosa vi racconto? Altre piccole cose belle! Stamattina mi sono concessa un giretto al mercato. I mercati mi piacciono moltissimo. Mi piace vedere la gente che li frequenta, ascoltare i commenti e le conversazioni; mi piace quella comunanza che nasce dal... Continue Reading →

Allenare l’anima

Tutti quelli che praticano uno sport conoscono l'importanza dell'allenamento. Sanno che, come dice il dizionario Treccani, è un' attività metodica di preparazione fisica, psicologica e tattica alla disputa di una gara, allo scopo di ottenere il massimo rendimento, con aumento della forza muscolare, della resistenza alla fatica e della destrezza, o per conservare lo stato... Continue Reading →

La giornata contro la violenza sulle donne. Ne farei volentieri a meno

Stamattina mi sono fatta il solito selfie e ho pensato, accidenti, è la giornata contro la violenza sulle donne, il selfie proprio non c'entra. E invece in qualche modo c'entra. Perché questa giornata non dovrebbe esistere. Dovrebbero esistere le giornate per: per l'ambiente, per la gentilezza, per l'acqua, per gli alberi, per i sorrisi. Le... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: