Come vestirsi per sentirsi energetiche ed entusiaste in un qualsiasi giorno di primavera. A Monza

Un altro giorno di primavera. Sole, brezzolina, nuvolette. Mi sento bene. Energetica. Entusiasta. Occupata. Ho indosso dei pantaloni che mi piacciono. E delle scarpe che ci stanno bene ma in distonia. Molto #50chic, sì

Voglio dedicare questo post alla mia amica Monica Triglia, che aveva manifestato delle serie preoccupazioni sui pantaloni che ho indosso.
Li avevo comprati in gennaio ai saldi, e li avevo fotografati e mostrati sul blog. Monica, che mi segue assiduamente (e che anche se non avesse mai letto un post non avrebbe il coraggio di smentirmi pubblicamente, ora che ho scritto così), si chiedeva quando mai e come mai avrei potuto mettere dei pantaloni di questo colore, e per di più cropped e larghi. Con che scarpe? Con che pullover? Con che soprabito?

 

Ecco allora tutte le risposte.

 

Io di questi pantaloni amo proprio il colore strano. Li ho comprati per il colore. Beh, anche perché erano larghi e corti, lo sapete ormai che ho un debole per questo genere di pantaloni. E anche il peso è perfetto per la stagione. Sono leggeri ma non troppo.

 

Così questo è un post solo sui vestiti? Ve lo state chiedendo? Non ho altro da dire?
Beh, pensavo.
Pensavo all’energia e al benessere, wellness come lo si chiama anche qui in Italia. Pensavo a quanto il benessere fisico dipenda in realtà dall’animo, dal benessere del nostro animo.
Pensavo a quando sono collassata venerdì scorso, quando non ho scritto nessun post e sono scomparsa dai social. C’era un aspetto fortemente fisico in quel che mi è successo, nel senso che era veramente un crollo fisico. E il problema era di non essermi presa cura di me nei giorni precedenti. Una trascuratezza non palese, ma graduale, un po’ per volta, per cui non me ne sono accorta finché non sono arrivata a fine corsa e ormai era troppo tardi per rimedi temporanei. E per riprendermi non è bastato riposarmi, dormire e avere del tempo per me, ma c’è voluto un lavoro di riordine e ripulisti del mio mondo interiore.
Per cui questa wellness di cui tutti parlano in questo momento dovrebbe essere molto di più una preoccupazione per il nostro benessere interiore che non per il cibo che mangiamo o il movimento che pratichiamo. Che certo, sono importantissimi. Ma funzionano solo se sono accompagnati da un buon livello di armonia interna.
Siete d’accordo?

 

Torno per un attimo ai vestiti giusto per concludere: i pantaloni sono di Zara. Ho indosso anche una T-shirt nera a maniche lunghe (Alpha by Massimo Rebecchi) e un cardigan di cachemire di Matucci. Quando dovevo decidere le scarpe, stamattina, ho avuto un po’ esitazione. Stringate? Mocassini? Converse? Poi ho provato queste, che ci stavano ma non troppo. Nel senso che avevano quel giusto grado di distonia. Perfette dunque!
E poi ho messo il cappottino di camoscio vintage, sopra tutto.

 

Buona giornata!
Anna da Re

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...