Cosa indossare quando si pensa ai libri ma si vuole restare #50chic. A Monza

Pensavo ai libri. Al fatto che non sono seccata di dover interrrompere The little life di Hania Yanagihara. E sapete perché? Perché un grande libro può aspettare. Tutto il tempo che vi serve. Resta solido e bello, pronto per quando siete pronti. Non è una meravigliosa magia? 

Pensavo.
Di nuovo. Persino tre giorni prima di partire per le vacanze.
Pensavo ai libri, e alla differenza fra i bei libri e i grandi libri.
Che non è sempre chiara né sempre condivisa.

 

Ma ho dovuto interrompere la lettura di The little life di Hanya Yanagihara.
Perché ho degli altri libri da leggere per lavoro.
E perché ce l’ho di carta, ed è bello grosso e pesante e non è neppure mio, quindi non voglio portarmelo dietro fin negli States.

 

Ma non ho provato dispiacere o disappunto.
E mi ha sorpreso, il non provarli.
Ma poi ho avuto un’illuminazione: che quando un libro è veramente grande, può aspettare. Tu puoi aspettare e lui può aspettare. Non c’è fretta di finirlo. Ovviamente si vuole sapere come finisce la storia. O che cosa succede al nostro protagonista preferito. O al più odiato. Ma tutto ciò può aspettare. Resta lì, il grande libro, solido e bello come una statua greca, pronto per quando tu sarai pronta. Senza pressioni. Senza ansia.
E se è vero che un bel libro ti fa girare le pagine e non puoi smettere finché non l’hai finito, è anche vero che un grande libro è diverso. Lo si centellina come un bicchiere di Brunello di Montalcino.
Non si vuole sprecare una frase, una parola, una virgola.

 

E quindi lascio felicemente a casa The little life, certa che ritornerò a leggerlo quando tornerò, con la stessa meraviglia e lo stesso amore e gli stessi sentimenti.

 

Come vestirsi per questa scoperta? E per un normale giorno di lavoro?
Con un paio di pantaloni superlarghi che sembrano una gonna, una semplice T-shirt a righe e un paio di espadrillas. Le notti sono ancora freddine e la mattina un piccolo cardigan ci sta.
Lo so che sono ben coperta per essere luglio e il culmine dell’estate.
Ma mi sento così.
E lo sapete, bisogna sempre vestirsi per come ci si sente.
E’ questo il segreto principale dello chic!

Buona giornata!
Anna da Re

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: