Libertà, varietà, normalità. Quello che vogliamo, prima e dopo l’8 marzo

Non mi piacciono le celebrazioni stile 8 marzo. Ne capisco il senso, per carità, e no le vorrei abolire. Però personalmente non riesco a farle mie, o a sentire la loro importanza nel a mio quotidiano.

Ieri mi sono limitata a condividere un post sulle parole. Che per me sono fondamentali (lo sono per tutti, in realtà, anche per chi dice che sono solo parole).

Oggi qualcuno ha letto un vecchio post in cui dicevo che libertà, varietà e normalità è quello che le donne vogliono. È quello che vogliono anche gli uomini, secondo me.

E normalità, che di questi tempi è parola discussa, perché che cos’è la normalità non lo sappiamo, normalità è il buon senso, il vecchio buon senso che faceva ridimensionare gli eccessi e gli estremi.

Ecco, con questo vi auguro buona giornata!

Anna da Re

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: