Vestiti semplici per una vita complicata. Questa è la mia filosofia. A Monza

La vita è davvero troppo complicata per mettersi anche dei vestiti complicati, non siete d'accordo? E così uno chic semplice è davvero il meglio. Se poi ha dentro qualcosa a righe è ancora meglio!
 

Non credo di conoscere una singola persona che abbia una vita semplice.
E voi?
Se la/lo conoscete fatemelo sapere!

E probabilmente non esiste in natura, una cosa come una vita semplice.

Siamo tutti sempre troppo occupati, troppo presi. Leggevo un articolo molto interessante sul Guardian, tempo fa (e sì, il Guardian secondo me in questo momento è il miglior quotidiano del mondo) sul fatto che siamo, da un paio di generazioni forse, quelli che hanno più tempo libero da quando si conosce la storia dell’uomo. E tuttavia, siamo sempre in affanno. Pieni di impegni, obblighi e commissioni. Con agende così piene e teste ancora più piene, e ogni sera la sensazione di aver fatto metà di quello che dovevamo fare.
C’erano anche delle indicazioni e dei suggerimenti utili su come affrontare il problema, ma vi dirò, le ho dimenticate… e sospetto che siamo tutti così abituati (e anche affezionati) a questo modo di vivere, che abbiamo paura di come potremmo fare se non fossimo più così tanto occupati!

 

Se vi ricordate, tra i miei buoni propositi per l’anno nuovo c’era quello di liberarmi di tutti quegli impegni che non corrispondevano più ai miei interessi… e ci sto provando, e anche un po’ riuscendo. Sarò meno occupata, alla fine? Oppure mi sarò trovata degli altri impegni a sostituire quelli lasciati? Non lo so ma vi terrò al corrente degli sviluppi!

 

E per il momento, mi vesto con delle cose semplici per compensare!

 

Oggi ho una gonna a righe bianche e blu (H&M) con una T-shirt blu (Zara) e un pullover blu fatto a mano. E poi ho i miei vecchi Camperos. Sono vecchi davvero, non è un modo di dire. Hanno quindici anni, ci credete? Li ho comprati a Cordoba ed è vero che ultimamente non li porto tanto, ma li ho portati tanto. E di certo sono fatti per durare, ma accidenti, quindici anni…
E si, lo so che c’è gente in giro con i sandali senza calze e che gli stivali sembrano un po’ fuori stagione. Ma ricordate il detto “aprile non ti scoprire”. E credetemi, da queste parti non fa un gran caldo.

 

E dato che di sicuro anche voi, miei carissimi e affezionati lettori, siete molto occupati, lascio questo post un po’ corto!

 

Buona giornata!
Anna da Re

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...