Unicità è quello che tutti desideriamo: un incontro con Elena Berton a Milano

Sono stata alla presentazione del libro Le mani invisibili di Elena Berton. Insomma, sono arrivata che era quasi finita. Però ho potuto incontrare l'autrice, che è stilista, e ammirare il suo lavoro. E soprattutto la sua filosofia. Leggetemi!
 

Pianificare o non pianificare? Questo è il mio dilemma per oggi.
Apparentemente non legato al tema e alla foto di questo post.
Ma è un dilemma veramente umano. Un dilemma veramente contemporaneo.
Cerchiamo di pianificare le nostre giornate, le nostre settimane, gli anni, la vita in generale. E’ utile e anche necessario, certo.
Ma dobbiamo anche continuamente riadattare i nostri piani di fronte ad una realtà che è sempre diversa da quello che ci siamo immaginati.
E poi ci sono gli eventi inaspettati, i cigni neri, come li ha chiamati Nassim Nicholas Taleb nel suo libro sul crollo delle banche del 2008.

 

Alcuni giorni richiedono più aggiustamenti di altri.
E ieri era uno di quelli.

 

Forse avevo messo troppe cose nello stesso giorno, o detto di sì a troppo cose, e poi ovviamente c’è stato l’inatteso, ma in qualche modo sono riuscita ad arrivare alla presentazione del libro di Elena Berton, Le mani invisibili. Sono arrivata alla fine, e mi dispiaceva, ma sono stata contenta di aver avuto la possibilità di incontrare Elena di persona e di avere il libro, quello fisico, visto che l’avevo letto sul computer in formato pdf. E dato che è un libro illustrato, vi potete immaginare la differenza!

 

Ne Le mani invisibili Elena Berton dà spazio e voce agli artigiani che materialmente fanno le sue borse, i capi in pelle e gli accessori. Li deve avere cercati in lungo e in largo, quegli artigiani, visto che non sono solo bravi ma anche appassionati, dediti, innovativi, inventivi e aperti a nuove idee. E ora che li ha trovati, Elena ne vuole celebrare la grandezza.
L’Italia è famosa per il suo artigianato, e probabilmente questo libro non è l’unico del genere.
Ma penso che Elena sia più interessata al lavoro che ai risultati; parla di fare e rifare le cose finché non si raggiunge la perfezione. Lavora insieme, a questi artigiani, che è diverso dal semplice usare e impiegare le loro abilità. E posso facilmente immaginarmela mentre va in un laboratorio con un’idea, uno schizzo, e poi lo cambia lungo il percorso. Finché il prodotto finale è diverso da quello che aveva immaginato ma perfetto a suo modo.
E in realtà, Elena non è una stilista qualsiasi.
Ha detto e aggiunto alcune cose, durante il nostro breve incontro, che sento sono ancora con me.
Che le sue borse sono fatte per le donne che lavorano, le donne di oggi, il che suppongo spieghi perché queste borse sono grandi, morbide, leggere, resistenti. Sa che le borse stanno vicino al corpo, come una seconda pelle, e quindi la sensazione che il cuoio dà una borsa è importante.
Che non approva la politica economica dei marchi di lusso, in cui tutti i profitti restano in cima alla piramide, e la gente che fa davvero i prodotti sta alla base di quella piramide ed è sfruttata. E che lavora secondo i suoi principi.
I suoi prodotti potrebbero anche essere considerati di lusso, ma lei non ama la parola lusso.
La sua parola è unicità.
E non siamo del resto tutti unici?

 

La foto del post è stata presa ieri, e avevo dei pantaloni cropped di denim scuro e un cardigan a righe. Le scarpe psichedeliche erano il tocco personale, e sono state apprezzate come sempre! Si notano ma sempre in modo positivo!
Vi renderete anche conto che sono piccola di statura (e Elena Berton è molto alta). Ve lo aspettavate? Probabilmente dai #selfieinthekitchen non si capiva! Ma sono sicura che molte di voi si consoleranno, vedendo anche come si può essere piccole, non mettere i tacchi ma avere sempre una certa statura!

 

Buona giornata!
Anna da Re

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...