Di fronte allo specchio. Riflessioni di una fashion blogger. A Monza

E poi una mattina ti metti davanti allo specchio e ti accorgi che ti piaci. A dispetto delle rughe e dei capelli grigi. O forse per quello. Ed è una vera gioia

 

Mi hanno sempre affascinato, gli specchi.
Mi ricordo che a casa avevamo un unico specchio lungo (gli altri erano quelli piccoli nei bagni), nell’armadio che c’era in camera dei miei genitori, e ogni tanto ci andavo per guardarmi. Ai miei non piaceva, non tanto l’invasione nella loro stanza quando proprio lo specchiarsi. E mi dicevano che ero vanesia e vanitosa e non era certo un complimento. Riconoscevano che avevo un certo senso estetico e della bellezza, e infatti mi chiamavano anche  “arbiter elegantiarum” (era quella generazione che usava il latino come noi l’inglese), ma non hanno mai incoraggiato questo mio lato. Le cose importanti erano lo studio, lo sport, la serietà.
E quindi ho sviluppato una certa abilità a vestirmi senza specchi, e fare poi un controllo una volta uscita, nelle vetrine dei negozi. Mi è rimasta, quest’abitudine a guardami nelle vetrine e controllare se è tutto ok.

 

Questa mattina quindi stavo davanti allo specchio del guardaroba, e pensavo.
O mioddio pensavo!
Ci rende la vita difficile questa qua, sento che vi lamentate, che un giorno scrive tre righe e il giorno dopo ci fa una concione, e non sappiamo mai cosa aspettarci!
Che va proprio bene, perché cosa succederebbe se sapeste già cosa scrivo? Vi interesserebbe ancora venire a leggere il blog?

 

Comunque stavo davanti allo specchio e mi guardavo, e pensavo che a dispetto delle rughe, delle occhiaie e dei capelli grigi, o magari proprio per quello, mi piaccio molto di più adesso.
Mi piaccio molto di più di quando ero una ragazza o una giovane donna. Non ho molto foto di quei tempi, ma da quelle che vedo che ero piuttosto carina. Ma non ne ero certo consapevole, e soprattutto mi guardavo senza alcuna simpatia o umanità. Mi guardava con un certo disdegno e molta critica, con il nobile scopo di migliorarmi ma con un atteggiamento molto sbagliato per non dire anche piuttosto inefficace.
Ora mi guardo con affetto e simpatia, apprezzo quello che sono e quello che ho. Mi guardo nello specchio e mi piace quello che vedo. Il che rende la mia vita molto più semplice e più felice!

 

E con questo spirito ho messo i pantaloni cropped azzurro/verdi, con dei bellissimi calzini che mi ha regalato la mia amica Rosanna e che sarebbe stato davvero un peccato nascondere sotto dei pantaloni lunghi! E ho una T-shirt grigia e un pulloverino fatto a mano di un grigio più scuro, e il soprabito verde, e sono pronta!

 

Buona giornata!
Anna da Re

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: