Ma dovevo venire a Lucca Comics per sentir parlare di ideali

img_2787Già.

Gli ideali sono diventati un tabù, una parola guardata con sospetto, un concetto d’altri tempi. Certo c’è ancora qualcuno che dice che i giovani sono senza ideali, ma lo fa in modo automatico, senza convinzione.

E allora essere a Lucca Comics & Games e andare alla presentazione di Millennials del collettivo ‘la Buoncostume’, un romanzo utopico per giovani adulti, e sentire che gli ideali sono necessari per immaginare il futuro… beh non credevo alle mie orecchie! Non che la Buoncostume non fosse consapevole dell’assenza della parola “ideali” e dello spaventoso vuoto che la sua mancanza ci lascia. Ma è stato bello che l’abbia detto, e che abbia anche detto quanto sia importante immaginare, pure in un romanzo, un futuro che sia fatto di possibilità invece che di paure.

Se un giorno crollassero le sovrastrutture che ci ingabbiano e impacciano, non potrebbe essere che ritroviamo il piacere di vivere e invece di scannarci conviviamo in pace? È così impossibile da credere? Non può essere almeno un ideale per il quale lavorare?

La Buoncostume ha lanciato il guanto.

Io lo rilancio.

E voi?

A presto

Anna Da Re

Annunci

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...