Come vestirsi il primo giorno d’estate. Meditando sulla sfilata uomo di Prada. A Monza

Qualcosa di interessante dalla sfilata di Prada a Pitti uomo: ragazzi che girano il mondo con lo zaino e le scarpe appese fuori. O vestiti come se. Portando in giro un po' di idealismo

Ho letto un po’ di cose sulla moda maschile, in questi ultimi giorni.
C’è stato Pitti Uomo a Firenze, con molti commenti e considerazioni.
Ma ho trovato particolarmente interessante quello che ho letto sulla sfilata e la collezione-uomo di Prada.

Miuccia Prada è nota per il suo approccio intellettuale alla moda, e anche questa volta non si è smentita.
Tutti i ragazzi che sfilavano avevano uno zainetto in spalla, con un paio di scarpe appese allo zaino. In memoria della summer of love. Di quegli anni in cui le vacanze volevano dire andarsene per il mondo con uno zaino in spalla, facendosi durare i pochi soldi che si avevano per il maggior tempo possibile. Me le ricordo, quelle vacanze. Faticose, alle volte. Ma sempre interessanti.
E piene dell’idealismo della giovinezza. Me lo ricordo, l’idealismo.
E sono d’accordo con Miuccia che dice che il mondo è pieno di violenza e di paura, e che quell’idealismo è la nostra unica speranza, la nostra unica difesa.

 

E così è tempo di vacanza.
Dove andrete?
Io ho comprato il mio biglietto per la California, e quindi preparatevi che il blog chiuderà i battenti per un mese. Posterò qualcosa su Instagram, penso, ma non sarò certo online tutto il tempo. Ho bisogno di riposarmi, di fare cose diverse, di lasciare che il mio cervello vaghi indisturbato senza scopi e senza costrizioni.
Manca ancora un mese, comunque.

 

E sono un po’ vestita da vacanza.
Ho una gonna vintage scozzese, una T-shirt bianca e un cardigan di cotone a righe. Righe sullo scozzese? Si. Perché no? Ho provato anche con un altro cardigan, perché anch’io ho pensato oddio righe più scozzese. Ma poi mi sono guardata allo specchio e mi sono detta ma sì, vada per le righe con lo scozzese.
E’ un po’ strano.
Ma è #50chic.
Per via delle proporzioni: la T-shirt piccolina e il cardigan stretto sulla gonna ricca.
Per i colori, che sono dello stesso tono: l’unico colore contrastante è l’arancio.
Perché non ci sono accessori: io sono una che mette sempre in pratica il dictat di Coco Chanel “prima di uscire toglietevi le ultime cose che vi siete messe”.
E perché lo chignon aggiunge il piccolo tocco perbene!

 

Buona giornata!
Anna da Re

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...