Come vestirsi quando si sa di essere fortunate. A Monza

Ve l'ho detto altre volte, quanto mi sento fortunata. E ieri sera sono stata alla presentazione di La locanda dell'ultima solitudine di Alessandro Barbaglia e poi ho pensato a tutto quello di cui sono grata… quello che vedo e sento e faccio e ho
 

Ve l’ho detto un sacco di volte che sono fortunata. Ve lo dico ancora, oggi.

Sono in ufficio e stavo pensando a ieri sera: sono andata a Novara alla presentazione di un libro che l’editore per cui lavoro ha appena pubblicato. L’autore, Alessandro Barbaglia, è un giovane libraio e ci ha accolto, me e i miei colleghi editor, agente, addetta stampa ecc, con una bella cena al Circolo dei lettori della città e anche con una bottiglia di vino speciale che ha la copertina del suo libro, La locanda dell’ultima solitudine, come etichetta. Ha fatto una presentazione dolce e delicata nella sala storica del Broletto, che era strapiena di amici e concittadini e lettori. Ed era così se stesso, così naturale, così a suo agio (nonostante si dicesse ansioso e ci credo)… l’ho ammirato, davvero. Anche per il suo garbo, il suo modo di fare con le persone, tutte.

E’ stato lungo tornare a casa, ma sono stata molto contenta di esserci andata, e mi sono sentita davvero fortunata perché il mio lavoro mi permette questi incontri. Non mi sono neppure turbata per il fatto di aver dovuto tornare in azienda a riportare le colleghe che avevano lasciato lì la macchina. Ho messo la musica, nell’ultimo tratto del viaggio, e quello che sentivo era gratitudine: per tutto quello che ho, faccio, ricevo, vedo, sento.

E poi stamattina mi sono svegliata un’ora più tardi, e per me è davvero una grande cosa. Un’ora di più al mattino è come due di più alla sera, per me. Mi sento molto più viva!
E mi sono pure fatta il selfieinthekitchen!

E mentre mi stavo mettendo i cropped pants neri e un pullover fatto a mano molto oversize, pensavo ai corsi e ricorsi della moda e mi ricordavo quando andava di moda l’oversize e quanto mi sono vestita con cose larghe, lunghe, di altri. Ora l’oversize è ritornato, seppure un po’ diverso, e io ne sono anche contenta. Mi piace ancora, e mi ci sento anche bene!

Buona giornata!
Anna da Re

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...