Come vestirsi per ripensare il blog. A Monza

Il penoso e necessario processo di ripensamento del blog è appena cominciato. Sono aperta a suggerimenti e collaborazioni!
 

Non ho scritto molto ultimamente. E non ci sono scuse. Il fatto che sia stata malata, che abbia ancora una sacco di lavoro, che sia stanca e desiderosa di una vacanza, che abbia molti altri impegni, tutti questi fatti non sono ragioni sufficient per smettere di scrivere.
La vera ragione è che non sono più soddisfatta del blog e lo devo ripensare.
In un certo senso, come si diceva chiacchierando con un amico, dovrei semplicemente ritornare all’idea originale, che era quella di offrire idee e proposte e consigli per le signore intorno ai cinquanta che non vogliono né apparire come delle vecchie signore né come delle caricature di se stesse da giovani.

Penso che sia ancora una buona idea. Ma ho la sensazione di essermi persa, durante questo ultimo anno.
Penso che succeda.
Penso anche che abbia a che vedere con il lavorare da soli. E di fatto sto un po’ cercando un partner. Ho scritto che cercavo un/una fotografa, che è vero. Ma ho bisogno di scambio e di confronto con qualcun altro; ho bisogno di linfa, di nuovi esperimenti.

Così se qualcuno di voi che leggete e mi seguite ha dei desideri o delle idee per una partnership, le mie orecchie sono aperte.

E intanto penso.
Sentite il mio cervello che ronza?

Come vestirsi per fare questa confessione?
Beh, con una combinazione di un blu chiaro e brillante: una gonna svolazzante, un T-shirt fiorita e sotto una canottierina azzurra (sono giorni piuttosto caldi). Mi sono messa un paio di scarpe grigie che sono anche carine ma non adatte alla stagione. Voglio dire ci vorranno davvero dei sandali o delle scarpe estive… un altro problema da risolvere! Ma ci lavorerò, ve lo prometto.
E vi terrò al corrente delle meditazioni sul blog!

Buona giornata!
Anna da Re

 

Annunci

1 Comment

  1. A me l’idea di questo blog piace e lo leggo volentieri. Ho 48 anni e spesso il “come mi vesto” tormenta pure me. Perché il fisico cambia, perché sono una signora ma mi sento una ragazza, perché sono minutina ma il giro vita va per conto suo, perché mi piacciono tanto i colori e certe cose forse un po’ adolescenziali e non vorrei sembrare ridicola.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...