Fiori pallidi, ruches e sapore di campagna. Tornano i vestiti alla Laura Ashley

Alfieri Magazine

Noi signore after o around fify ci ricordiamo Laura Ashley molto bene. Che magari all’inizio ci piaceva anche, ma poi era diventata un’invasione e parecchio stucchevole.

Io personalmente non ho mai amato lo stile floreale e falsamente campagnolo, quei vestiti lunghi e pieni di ruches e volant, segno di una femminilità sdolcinata ed evocativi di un mondo perduto in cui le donne erano esseri sognanti, delicati, sensibili e fragili.

Schermata 2019-05-08 alle 12.00.58 foto My Luxury

Eppure c’è un inequivocabile ritorno di quel look, con i grandi marchi come Gucci che diffondono l’immagine di bellezze eteree abbigliate di strati fioriti tra i fiori di immaginarie campagne inglesi, e pure marchi low-cost come H&M Conscious, che propone una linea di abiti lunghi in colori delicati e tessuti ecologici (secondo me piuttosto brutti, visti dal vivo, peraltro). O Urban Outfitters che ha fatto disegnare una collezione alla stessa Laura Ashley.

Schermata 2019-05-08 alle 12.02.13 foto The House of Blog

Certo…

View original post 171 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: