#pandemia fase 2. Calibrare le forze

Tanto per cominciare, ma quanto dura questa #pandemia fase 2? Continuo a scriverlo nel titolo ma mi sembra poco significativo, ormai…

E poi forse il titolo vero doveva essere Non saper calibrare le forze. Eh già, direte voi, chic after fifty e tante predichette e poi non si rende conto che non ha più vent’anni. Magari avete ragione. È che non è sempre facile. Ma di cosa stiamo parlando? Di quei due allenamenti di tennis di sabato e domenica. Troppo. Troppo non il divertimento ma la fatica. Troppo poco il tempo di recupero tra l’uno e l’altro, probabilmente.

Mi ero detta se tocca di fare dei tornei perché per giocare a tennis in questi tempi di zone rosse e arancioni bisogna essere degli atleti, con tanto di tessera agonistica e certificato medico con elettrocardiogramma sotto sforzo, se tocca di fare i tornei bisognerà allenarsi. Che io sono una che in genere perde, il mio spirito competitivo è modesto e trucchetti e modi per vincere non me ne vengono in mente neanche a morire, e i tornei con tutta quella tensione e gente che magari si arrabbia anche non mi piacciono un granchè, ma mi sono detta forse se sei allenata ti stressi meno, resisti meglio fisicamente e se anche perdi perdi con dignità e facendo fare una gran fatica all’avversario.

Però non ho fatto i conti con il fatto che appunto non sono più uno spring chicken, durante la settimana lavoro e quando arrivo al venerdì sono pure stanca, e quattro ore in campo un giorno e tre un altro è un po’ too much. Anche perché non è che io poi giochicchi, quando sono in campo corro, se c’è una pallina imprendibile corro comunque a cercare di prenderla, insomma pur con tutti i miei limiti mi dò da fare.

Poi si intende, non è niente di grave. Una bella dormita, un paio di giorni tranquilli, e il fisico si riprende. Però mi ha mandato un messaggio forte: quando sono tornata a casa ieri me l’ha menata per tutto il viaggio, hai esagerato hai esagerato hai esagerato. Non la finiva più di ripetermelo. E fa bene, perché io sono una testona e non gli dò retta. E comunque come vedete il sorriso continua a non mancare!

E quindi lo scrivo qui, sul mio diario pubblico, per ricordamelo bene la prossima volta!

Intanto buona settimana

Anna da Re

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: