#pandemia zona rossa. Pasqua con chi puoi

Oggi è una specie di ultimo giorno prima delle vacanze. Vacanze minuscole, due giorni che però sommati al weekend fanno quattro e che io comunque sono super felice di avere.

Una volta si diceva Pasqua con chi vuoi. Ma la pandemia ci ha cambiato le feste, e anche se questa Pasqua forse non è esattamente blindata come quella dell’anno scorso, è di certo ben lontana dall’essere con chi vuoi.

Mi ricordo l’anno scorso, che eravamo alle prime armi con gli strumenti tipo Zoom, abbiamo fatto una cena tutti insieme con parenti più o meno lontani sia in senso geografico che in senso di parentela. Non so quanti fossimo, ognuno mangiava qualcosa di diverso in un posto diverso, e tutto sommato era stato divertente. Poi il giorno di Pasqua Pasqua l’avevo passato sul terrazzo leggendo un libro bellissimo, La classe avversa di Alberto Albertini. E per me, quando ho un libro che mi piace davvero, poter passare tutta la giornata a leggerlo è davvero magnifico. Ero completamente immersa in quella lettura, mi ricordo, così tanto che quando il libro è finito ero dispiaciuta, come se fossi stata cacciata da un posto dove stavo benissimo e avrei potuto rimanere se non per sempre di certo per un bel po’ di tempo.

Il lockdown di quest’anno è un po’ diverso e rispetto all’anno scorso ho un’intensa attività tennistica, che non si ferma neppure il giorno di Pasqua. Mi prenderò una colomba e degli ovetti, e delle costolette di agnello e qualcosa di buono e speciale, che comunque festeggiare bisogna. Ma subito dopo o subito prima sarò ben contenta di essere in campo, sperando che il tempo si mantenga questa meraviglia di sole e tepore che c’è adesso. So che da Pasquetta dovrebbe venire brutto, da queste parti, secondo la migliore tradizione per cui quando vengono tolti i palloni e scoperti i campi da tennis la pioggia si presenta subito ad innaffiarli.

Ma soprattutto mi godrò il tempo (ho dei libri di leggere, ma quello anche quando è lavoro non lo considero tale), che non sembra ma dal 2 gennaio non ho fatto un giorno di vacanza.

Ecco, con questo vi saluto e vi auguro Buona Pasqua! (Se mi viene voglia scrivo ancora, ma non garantisco e non prendo impegni)

Anna da Re

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: