Di foglie, libri, film e camminare nel parco

Mi è mancato non scrivere il post ieri, ma proprio non ce la potevo fare. Così oggi vi scrivo di un po’ di cose.

La prima è che ho visto un bel film, davvero bello, Madres paralelas di Almòdovar. Bello sforzo, direte voi, non è che hai visto un filmetto qualsiasi. E infatti, era gioco facile. Però mi ha colpito una cosa, che quando è apparsa l’ultima scena, che ovviamente non vi dico perché se non l’avete visto andateci subito, quando è apparsa l’ultima scena che però non sapevo che era l’ultima ho pensato ora il film finisce. Ed era così. Era il compimento del percorso, era la conclusione del discorso. A me il film è sembrato perfetto. Nell’equilibrio delle storie, nella modalità del racconto, nell’importanza dei temi scelti e nella semplicità con cui sono trattati.

La seconda è che sto leggendo un bel libro, Le inseparabili di Simone de Beauvoir. Un inedito che è stato pubblicato qualche mese fa, e che da un lato mi attirava perché ho molto amato i libri e la figura di Simone de Beauvoir, penso che li dovrei rileggere perché ero molto giovane quando li ho letti, e dall’altro diffidavo, perché spesso gli inediti sono dei ripescaggi di poco valore, utili per rispolverare un autore e cercare di dare nuovo slancio alle sue opere. Quindi ho aspettato un po’, poi un giorno l’ho comprato. L’ho messo nella libreria ed è stato lì per un po’. Poi credo un paio di settimane fa cercavo qualcosa da leggere, un libro di carta adatto alla lettura prima di dormire, e ho scelto Le inseparabili. Una sera ne ho letto qualche pagina, le sere dopo o era tardi o dovevo leggere qualcosa d’altro per lavoro, è rimasto lì un po’ sul comodino. E ieri sera che finalmente sono riuscita ad andare a letto non troppo tardi e non troppo assonnata, ieri sera non riuscivo a chiuderlo, ancora un’altra pagina e poi smetto, e sono quasi alla fine. Quindi poi ve ne parlerò, ma tutto quello che vi ho raccontato è un buon segno.

La terza è che oggi all’intervallo di pranzo sono riuscita a fare una camminatina al parco. Una giornata tiepida, un po’ di sole, qualche persona che correva e qualche camminatore. Era bellissimo. Gli alberi con le ultime foglie, per terra invece foglie tantissimissime. Pace, silenzio, aria. Non mi sembrava vero.

Mi fermo qui? Mi fermo qui. Buona giornata!

Anna da Re

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: