Come vestirsi per godere dei piccoli piaceri di una piccola città. Monza

Quali piccoli piaceri può procurare una piccola città a qualcuno che ha vissuto nella grand Milan per più di trent’anni? Cominciamo da una visita negli uffici del comune di Monza…Come vestirsi per godere dei piccoli piaceri di una piccola città. Monza

Considerato che lavoro tutto il giorno a Segrate, sono sicura che vi state chiedendo di quali mai piccoli piaceri io possa approfittare nella mia vita monzese. E sapete qual è la risposta? I servizi.

 

Stamattina sono andata in comune per registrare il cambio di residenza. Se siete milanesi o anche romani riuscirete a capire la sorpresa di arrivare all’ufficio anagrafe e trovare solo due persone davanti a me. E quando è arrivato il mio turno, e ho scoperto che avrei dovuto portare una copia del contratto di affitto e naturalmente non l’avevo portata, un’impiegata molto gentile mi ha detto “Beh, se sa il nome del proprietario posso fare io” e così ha controllato tutto, abbiamo inserito i dati che io comunque avevo sul telefono e sulle email, e abbiamo risolto tutto! E intanto pensavo a quell’enorme atrio del comune di Milano, alle attese, agli impiegati che sicuramente mi avrebbero detto signora se non ha il contratto ritorni, magari anche un po’ seccati e sicuramente guardandomi come se fossi una stupida sprovveduta.

Sembra davvero di essere in un altro mondo, assai più piacevole!

 

E poi guardate questo #selfieinthekitchen! Sono riuscita a lavorare con la luce in modo tale che la foto non solo sia decente ma, per i miei standard, anche soddisfacente!

E sono anche soddisfatta del mio outfit: una gonna blu che mi ero dimenticata di avere (questi pare siano gli effetti collaterali del trasloco), che era stata fatta da una sarta con un bel tessuto che avevo preso da  Etro, a cui ho abbinato gli anfibi (Dr Martens), che mi piace forse di più chiamare combat boots all’inglese, una maglietta nera a maniche lunghe e un piccolo pull blu  fatto a mano. Si, sono spesso vestita di blu. Ma a parte che il blu è uno dei miei colori preferiti, penso che arrivati ai cinquanta il blu sia il degno sostituto di quello che è il nero a trent’anni: terribilmente chic!

 

Buona serata!

Anna da Re

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...