Come indossare una gonna corta dopo i cinquanta. E dopo il super DMTalk di Donna Moderna. A Monza e Milano

Il DMTalk organizzato da Donna Moderna era davvero interessante. E ringrazio Isabella Fava per avermi sollecitato ad andare, avrei persona anche l'occasione di incontrare di persona Rossella Boriosi… ma quanto sono fortunata?

Sabato scorso sono stata al DM Talk di Donna Moderna sul tema “Belle e possibili”.

La formula di questi talk (ce n’era stato uno bellissimo l’anno scorso su donne e lavoro, ve lo avevo raccontato) è secondo me perfetta: 5 minuti per ogni speaker, che rende tutto superconcentrato e permette a chi parla di evitare inutili premesse e di girare intorno al tema terrorizzato dall’idea di non riuscire a riempire il tempo a disposizione. I 5 minuti restituiscono l’essenzialità di ogni contributo, e si incidono nella memoria (anche quelle difettose come la mia).

Il tema era cruciale: il nostro corpo e la nostra relazione, complicata e spesso conflittuale, con esso.

C’era il fotografo di moda Settimio Benedusi, la consulente di immagine Anna Turcato, la giornalista Rossella Boriosi che ha appena scritto un libro sulla menopausa, la blogger disabile di “Ironicamente diversi” Angela Gambirasio, Marina Biglia della onlus “Amici obesi” e Cristina Fogazzi, la famosa Estetista cinica.
Era una rapida passeggiata attraverso tutto quello che noi donne facciamo al nostro povero corpo… e quanto è importante parlarne, e imparare ad essere clementi e benevole e affettuose con esso.

 

Ed è stato bello incontrare di persona Rossella Boriosi… mi aveva intervistato l’anno scorso per il suo blog Grimilde e poi eravamo rimaste in contatto via FB; e mi ha anche mandato una copia del suo libro Nega, ridi, ama, che ho cominciato ma poi come spesso succede piantato lì per sopravvenute letture di lavoro. E quando finalmente ci siamo viste, è stata deliziosa, mi è piaciuta ancora di più!

 

E poi è successo qualcosa di strano: pensavo che la mia relazione con il mio corpo non era poi così pessima, che non ho mai detestato il mio corpo e che ho avuto molte più difficoltà nella relazione con la mia anima. Poi sono andata a giocare a tennis, ieri, e quando sono tornata a casa ero totalmente k.o. Avevo giocato solo due ore e in doppio, ma probabilmente era l’ultima delle mille cose che chiedo al mio corpo di fare (non gliele chiedo neppure, in verità, gliele impongo) e lui non ce la faceva più! Esso, il mio corpo, mi ha costretto a starmene per un bel po’ sul divano a far nulla, ad andare a letto presto, a fare una gran dormita, una bella colazione stamattina, a fare tutto con calma per venire al lavoro… quando imparerò ad ascoltarlo?

 

Per concludere, visto che questo è un blog di moda, potete vedere che si possono portare le gonne corte anche dopo i cinquanta. La mia è di Pimkie (di un paio di stagioni fa, che indosso con delle calze nere molto spesse (questo è un must), un pulloverino di cachemire (anche questo vecchiotto, ora che ci penso, ma durevole), una giacca grigia di Antonio Fusco e un paio di stivaletti neri nuovi (Frau). Il segreto è che è tutto classico e serio a parte la gonna, e gli stivaletti piatti che sdrammatizzano!

Buona giornata!
Anna da Re

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...