Venezia, Mantova e la gioia di sbrindolare

Io ho un animo sbrindolone. Mi piace, e comunque se anche lo volessi cambiare non credo che potrei.

Qualcuno di quelli che mi seguono su Instragram ha già letto questa definizione, che viene dalla famiglia di mia mamma. In cui c’era una nonna molto casalinga, fin da giovane, circondata da un marito e due figlie che amavano stare in giro. Non che se ne volessero andare in capo al mondo, o che pensassero di andarsene per non tornare più. Semplicemente gi piaceva camminare, curiosare, conoscere, scoprire. Quello che si fa quando si sta in giro guardandosi intorno e meravigliandosi della bellezza del mondo e affliggendosi per le bruttezze e pensando pure di fare la propria parte per migliorare quel che si può. Quando andavamo in montagna da bambini, per dire, i rifiuti ce li portavamo a casa, e raccoglievamo quelli abbandonati, e non c’era Corro col guanto o il plogging, e neppure Legambiente con Puliamo il mondo.

Insomma nonno e mamma e zia erano degli sbrindoloni. Noi nipoti peggio. L’altro modo di dire “di sicuro non ti cade la casa sulla testa”.

Ora a noi sbrindoloni il Covid ci ha messo a dura prova. Abbiamo camminato intorno a casa, poi fatto piccoli spostamenti dentro il comune, e poi fuori e poi nella regione, ma insomma fino a quest’estate c’era poco da sbrindolare. E quindi, come ha detto la mia amica Maddalena che ha delle metafore ingegneristiche che trovo fantastiche, si è creato un effetto molla. Siamo nella fase di estensione della molla, in questo momento, e siccome il futuro è più incerto che mai, si sbrindola quanto più si può!

Questo weekend mi sono concessa ben due mete: Venezia con le mie cugine e Mantova, il Festivaletteratura, con una collega.

Venezia è sempre uno di quei posti che ti meravigli che esista, e che pensi ecco uno può andare davvero dappertutto, sul globe terracqueo in lungo e in largo e in alto e in basso, e non troverà un posto come Venezia. Siamo stati alla scuola di San Rocco e all’Accademia, mia cugina Patrizia è una guida portentosa che ti racconta l’arte a modo suo, ho riscoperto Tintoretto di cui avevo un vago ricordo e di cui invece ho apprezzato moltissimo l’arte, ho mangiato dei tramezzini deliziosi e mia cugina Paola ci ha fatto delle bellissime foto. Ma soprattutto ero a Venezia, ho guardato Venezia, ho camminato per Venezia. Ecco non è che serva molto di più.

Mantova è bellissima e con il Festivaletteratura ancora di più. C’è un clima festoso, sembra che tutti quelli che sono lì sono contenti di esserci, magari non è vero ma è bello pensarlo. Ero con una collega simpatica che ovviamente ha contribuito all’allegrezza e alla leggerezza. Faceva un po’ caldo ma forse meno di quanto normalmente faccia durante i giorni del Festival. E ho seguito un incontro, con Davide Longo e Valerio Varesi, che mi ha sorpreso: perché quando presenti dei gialli e non puoi raccontare la trama e tutti sanno più o meno di che cosa si tratta, puoi togliere il superfluo del libro in questione e addentrarti in quello che i libri sanno far emergere, a quello che rappresentano per chi li scrive e chi li legge, da dove attingono e cosa trasfigurano, e alla fin fine a che cosa servono. Non fosse altro servono a questo, a parlare di verità e di etica, della fatica di vivere e dei trucchi a cui ricorriamo, di quello che vale la pena, di quello che ci fa alzare la mattina. Ecco, anche qui, non è che serva molto di più.

E quindi ringraziamo. La natura sbrindolona e il vaccino, le cugine, il Festivaletteratura, gli scrittori, i libri. E pure questo blog su cui lo posso scrivere

Buona giornata!

Anna da Re

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: