Benvenuti a casa mia. Dove quando le cose non funzionano ci si inventa qualcosa d’altro. A Monza

Sì, questo è il mio stile. Quando qualcosa non funziona ci si inventa un'altra soluzione. Ieri mi ero irritata, ma oggi no. E senza irritazione ho potuto pensare qualcosa di nuovo, un post diverso. Volete leggerlo?
 

Questa mattina ero pronta.
Sapevo che il telecomando poteva non funzionare.
E infatti non ha funzionato.
E non mi sono irritata.
Ho solo pensato cos’altro potevo fare.
E ho deciso di invitarvi a casa mia.
Si, lo so che conoscete la cucina, avete intravisto il divano e qualche altra cosa.
Ma questa volta vi faccio entrare. Vi racconto da dove viene l’arredamento. Vi faccio vedere dove vivo e come.
Diventeremo intimi.
Vi piace l’idea?
Spero di sì.

 

Cominciamo dallo specchio.
Era della mia prozia, la sorella di mia nonna da parte di madre. Ha vissuto tutta la sua vita a Desenzano del Garda. Quando mia nonna si è sposata e si è trasferita a Brescia, lei è rimasta a Desenzano. Noi andavamo a trovarla una volta all’anno, non di più  perché vivevamo a Pisa ed era molto lontano. Ci andavamo alla fine dell’estate, e me le ricordo come delle belle visite; andavamo a nuotare nel lago, che aveva un’acqua strana. Zia Giustì, così si chiamava, lavorava in banca, che ai suoi tempi era una cosa piuttosto insolita. Amava il suo lavoro, viveva da sola, era molto fiera. Un po’ pioniera, in avanti rispetto ai tempi. Ho ereditato alcuni gioielli, da lei, che purtroppo per la maggior parte mi sono stati rubati quando, un bel po’ di tempo fa, i ladri hanno fatto una visita sgradita al mio appartamento. Ho salvato un medaglione, che al suo interno ha una foto. Di un giovane uomo. Mia zia mi ha raccontato che era l’innamorato della zia Giustì, uno che poi ha sposato un’altra. Pare che fossero fidanzati e poi lui ha trovato una più ricca e si è sposato con quella. Lei gli è rimasta fedele e non ha voluto sposare nessun altro. E ha conservato quella foto e la portava sempre con sé, nascosta nel medaglione che non si toglieva mai.
Che poi chissà qual è la vera storia. Non c’è più nessuno che la possa raccontare. Dobbiamo immaginarla.

Anche lo specchio è un’eredità della zia Giustì. Mi piace, ci sono affezionata, me lo sono portato di casa in casa, e gli ho sempre trovato un posto degno. Anche nel nuovo appartamento si è subito ambientato. E tutte le volte che lo guardo penso alla zia Giustì, e ne sono contenta. Certo dovrei appenderlo, ma siccome è pesante ci vuole un chiodo particolare e anche un po’ di abilità, e quindi l’ho appoggiato sul tavolino (la cui storia vi racconterò un’altra volta) in attesa di organizzarmi.

 

Ho indosso un pullover di cachemire violetto, che mi piace molto ma metto di rado perché non so mai con che cosa combinarlo. Oggi l’ho messo con dei pantaloni con un motivo pied-de-poule beige chiaro e scuro, un motivo quasi invisibile. E una T-shirt a disegni gialli rossi e violetti.
Una combinazione di colori un po’ strana, lo so. Ma non mi dispiace.
Dite che è un altro esempio del mio daltonismo? Forse sì!

 

E vi è piaciuta la visita?
La prossima volta vi offro un caffè…

Buona giornata!
Anna da Re

 

Annunci

Una risposta a "Benvenuti a casa mia. Dove quando le cose non funzionano ci si inventa qualcosa d’altro. A Monza"

Add yours

  1. e ci credo che il telecomando non ha funzionato !!!
    ma non ti sei accorta che hai lasciato le pile duracell li fuori , appoggiate nel vassoio svuotatasche sul tavolino ?
    tutti i telecomandi necessitano di pile … perbacco che distratta !
    ah , poi – prima di uscire di casa – ricorda di prendere le chiavi che sono li accanto : altrimenti se vai via e la porta ti si chiude a scatto alle tue spalle potrai rientrare solo con l’ aiuto dei pompieri !
    e la lucertolina ? ha funzioni scaramantiche oppure fa la guardia agli oggetti del vassoio svuotatasche ?
    a proposito , nel caso le pile fossero scariche … occorre comprarne delle nuove e quelle vecchie hanno una destinazione riservata ai rifiuti speciali : attenta ! se poi avessi bisogno di altri consigli sai dove trovarmi – giorgio

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: